TRA GLI ARTICOLI PIÙ LETTI

Ludoteche e parchi gioco, il 50% a rischio chiusura. Riaprire per garantire i centri estivi in sicurezza
ROMA – La crisi economica portata dal Coronavirus colpisce duramente anche ludoteche e parchi gioco: chiuse ormai da oltre due mesi, queste strutture – che offrono a bambini e genitori intrattenimento, giochi, animazione, baby parking e in molti casi anche laboratori e attività educative – rischiano di non risollevarsi dopo l’emergenza. Eppure potrebbero essere sfruttate proprio per aumentare l’offerta di servizi alle famiglie che, durante l’estate, dovranno fare i conti con le limitazioni ai centri estivi, mentre i genitori riprenderanno a lavorare…
Maturità 2020: svolgimento del colloquio d’esame e prova per studenti disabili in emergenza Covid-19
ROMA – Ordinanza della ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, concernente gli esami di Stato del secondo ciclo di istruzione per l’anno scolastico 2019/2020. Ordinanza Ministeriale n. 10 del 16 maggio 2020…
Associazione mafiosa, estorsione e riciclaggio: la guardia di finanza di Napoli arresta 5 persone
NAPOLI – Il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Napoli ha oggi eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli nei confronti di sette persone a conclusione di indagini della Direzione Distrettuale Antimafia in relazioni ad ipotesi di reato (associazione di stampo mafioso, estorsione, illecita concorrenza, intestazione fittizia di beni, riciclaggio e reimpiego di proventi illeciti)…
Muore il carabiniere Calogero Anastasi, vittima del Covid-19, del Comando della Compagnia di Vigevano
ROMA – L’Arma dei Carabinieri esprime le condoglianze per la morte del Brigadiere Calogero Anastasi, addetto al Nucleo Comando della Compagnia Carabinieri di Vigevano (PV), vittima del coronavirus…
Disabili della Campania dimenticati, Paolo Colombo: Asl non fanno test diagnostici, no a discriminazioni
NAPOLI – Alza la voce Paolo Colombo, garante dei diritti delle persone con disabilità della Regione Campania, e chiede di fare presto. «Far ripartire subito i servizi sociosanitari e in totale sicurezza» il monito lanciato poiché «le Asl sono in ritardo. È già passato più di un mese – dice Colombo – dal Decreto Dirigenziale n. 83 del 9 aprile (Approvazione Programma ‘La Campania riparte’ – Programma transitorio per i servizi sociosanitari e riabilitativi nella fase emergenziale Covid 19) con il quale la Regione Campania aveva stabilito il riavvio dei servizi sociosanitari erogati dai Centri di Riabilitazione e dalle Cooperative rivolti alle persone con disabilità…
Mala Civitas, l’operazione della guardia di finanza scopre 101 boss che riscuotono il reddito di cittadinanza
REGIO CALABRIA – 101 ‘ndranghetisti organici alle maggiori cosche della provincia, con ruoli gerarchici diversificati al loro interno, pur nella comune consapevolezza della necessità che le limitate risorse pubbliche a sostegno delle fasce deboli della popolazione giungano effettivamente a chi più ne ha bisogno, hanno comunque indebitamente richiesto ed ottenuto il reddito di cittadinanza…
Pierfranco Bruni: si investe sempre per un futuro, ammesso che il futuro abbia fiducia nella cultura
ROMA – Si ricomincia anche dal deserto della cultura. Oltre 40 giorni di vuoto. Sì perché la cultura è programmazione soprattutto di eventi se si intende la cultura come visione imprenditoriale, come valorizzazione come fruizione…
a infrangere, a incidere
segni sul cuore…
Decreto legge del 13 maggio 2020: pignoramenti su stipendi e pensioni, rinvio plastic tax e sugar tax
ROMA – Al fine di agevolare la vita delle imprese, degli imprenditori, dei lavoratori e delle famiglie in modo adeguato nell’attuale situazione epidemiologica e fare fronte all’emergenza causata dal virus Covid-19, il decreto legge approvato il 13 maggio 2020 dal Governo, presieduto da Giuseppe Conte, ha previsto una serie di misure su Iva, Isa e pignoramenti di stipendi e pensioni…
Presidi della Campania scrivono ai ministri del Governo Conte. Decine di domande, zero risposte
NAPOLI – Esami di Stato in vista, dubbi e incertezze sul piatto della discussione. Così centosettantacinque presidi campani scrivono alla ministra dell’Istruzione. Lucia Azzolina, al ministro della Salute, Roberto Speranza, alla ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, al ministro di Grazia e Giustizia, Alfonso Bonafede, al presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, all’assessora regionale all’Istruzione, Lucia Fortini, alla Conferenza degli assessori regionali all’Istruzione, ai componenti le commissioni Istruzione di Camera e Senato e della Task force del ministero dell’Istruzione, alla direttrice generale regionale Luisa Franzese e ai sindacati…