La morte del giocatore del livorno Piermario Morosini

Un giovane calciatore di 25 anni ieri ha perso la vita in mezzo al campo di calcio della città di Pescara.

Piermario Morosini, giocatore del Livorno, è caduto a terra sotto gli occhi atterriti degli spettatori. A nulla sono serviti i soccorsi dei medici, che hanno cercato di rianimarlo per circa un’ora e mezza. Il giovane, nato a Bergamo il 5 luglio del 1986, lascia un fratello disabile e una sorella: dopo la prematura scomparsa dei genitori, egli si era preso cura dei due fratelli e, nelle interviste che rilasciava, diceva sempre che il suo sogno sarebbe stato quello di diventare, per loro due, un campione del calcio.

La sua carriera lo vede in campo con la maglie dell’Atalanta, Udinese, Bologna, Vicenza, Reggina, Padova, ed infine, del Livorno; Morosini vanta anche presenze nella Nazionale Under 21, con la quale prende parte agli Europei di categoria in Svezia, nel 2009.

Vogliamo chiudere con due notazioni. Il padre, qualche anno fa, era morto per problemi cardiaci; inoltre, vogliamo informare i nostri lettori sulla patologia denominata ”cuore d’atleta”.

Simone Fagioli